Polo Professionale

POLO PROFESSIONALE – sede “Carlo SCARPA”

Polo Professionale

IPSIA “Carlo Scarpa” – Montebelluna

Da sempre cerca di interpretare le esigenze formative originate dal territorio montebellunese e pedemontano e offre ai suoi studenti in tutti i suoi percorsi quinquiennali una solida base di istruzione generale e tecnico-professionale, che consente di sviluppare, in una dimensione operativa, saperi e competenze necessari per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, nella libera intrapresa e per l’accesso all’università e all’istruzione e formazione tecnica superiore” in ambito industriale e della moda.

I percorsi formativi offerti nell’istruzione professionale nel settore INDUSTRIA e ARTIGIANTO riguardano

– l’indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica con opzione dal 3° anno in Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili;

– l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali

> con articolazione Artigianato e opzione Produzioni tessili-sartoriali;

– l’indirizzo Produzioni industriali e artigianali

> con articolazione Industria  (Lavorazioni meccaniche).

La sede del polo professionale “Carlo SCARPA” è in via Monte Valbella n°12 a Montebelluna e dispone di laboratori di meccanica, elettrotecnica, disegno assistito al computer, progettazione e confezione di abbigliamento, aule multimediali, palestra, campo da calcio e tennis, aula magna, ampio parcheggio e giardino.

Descrizione delle attività integrative, di recupero e di arricchimento dell’offerta formativa di istituto “Einaudi-Scarpa”

 L’offerta formativa è arricchita da progetti riguardanti

–         gli stages aziendali ed i percorsi di Altenanza Scuola lavoro,

–         l’ orientamento in entrata, itinere e in uscita,

–         i corsi professionalizzanti finanziati dal Fondo Sociale Europeo,

–         l’educazione alla salute ed alla sicurezza sul lavoro,

–         la prevenzione del disagio scolastico (C.I.C.) ed il contrasto alla dispersione scolastica,

–         l’integrazione degli alunni non madrelingua italiana,

–         il  relazionarsi con il “diverso”, l’accoglienza e integrazione dell’”altro da sè” con approccio multiculturale e con percorsi idonei per studenti con disabilità e DSA,

–         l’approfondimento delle delle scienze, con uscite didattiche per le classi prime e seconde,

–         il potenziamento dell’educazione fisica con il progetto “Più sport a scuola”.

Gli studenti con difficoltà di apprendimento sono seguiti con corsi di recupero pomeridiani, attività di “sportello” individualizzato, esperienze di istruzione tra pari “peer education”.

Tra le iniziative integrative per gli studenti si segnalano le attività sportive pomeridiane, l’elaborazione di un giornalino scolastico e varie attività (variabili di anno in anno) riguardanti cineforum, teatro, corsi di fotografia e di difesa personale. 

Lascia un commento